Castel Madruzzo: più vicina la vendita

Da centinaia d’anni domina il primo tratto della valle di Cavedine con le sue alte mura in pietra. Castel Madruzzo, da tempo in vendita, potrebbe presto tornare a nuova vita. Diventano infatti sempre più insistenti le voci di un interessamento da parte di una famiglia tedesca. I nuovi proprietari sarebbero intenzionati a trasformare l’antica dimora in una fattoria didattica.


Con i suoi quasi 900 anni di vita, Castel Madruzzo rappresenta un testimone prezioso della storia del nostro territorio. Nel corso dei secoli, le alterne fortune delle famiglie che ne sono entrate in possesso hanno segnato fasti e declino del maniero. Il momento di maggior splendore è coinciso con quello dell’omonima famiglia che, fra XVI e XVII secolo, diede al Trentino ben quattro principi vescovi. Dopo la morte dell’ultimo, Carlo Emanuele Madruzzo, nel 1658, il castello cominciò la lunga serie di passaggi di proprietà che lo hanno portato nel 1963 nelle mani della famiglia Montagna di Milano.


Il castello, che non è visitabile e viene aperto al pubblico solo in occasioni speciali, è però da tempo in vendita. Nel 2008, ormai più di 10 anni fa, sembrava vicino il passaggio in mani pubbliche, con l’acquisto da parte della Provincia autonoma di Trento o dei comuni di Lasino e Calavino (poi confluiti proprio nel comune di Madruzzo). L’entità della richiesta economica (si parlava di più di 5 milioni di euro) bloccò però l’operazione.


Più di recente, alcuni rumors di stampa, poi non confermati, avevano tirato in ballo addirittura dei magnati russi interessati a prendere dimora fra le mura secolari. Non se ne era più saputo nulla e tutto era finito in un bicchier d’acqua. Ora, invece, pare che la trattativa con una famiglia tedesca stia assumendo contorni più definiti. Nessuna nota ufficiale, sia chiaro, ma, come si suol dire, il paese è piccolo e la gente mormora. A mormorare, in particolare, sono quelli che negli ultimi tempi hanno assistito all’inerpicarsi lungo la stradina che porta al castello di intermediari dallo spiccato accento germanico.


Non solo, trapela anche qualche indiscrezione sulla destinazione che i nuovi proprietari darebbero alla struttura. Ebbene, pare che il castello sia destinato a popolarsi di nuovi abitanti, e non solo umani. Gli acquirenti vorrebbero infatti utilizzare i 12 ettari di parco che circondano l’edificio per realizzare una fattoria didattica. Lì, fra animali e piante, si accoglierebbero le tante scolaresche e famiglie interessate ad approfondire la conoscenza del mondo rurale.


Molto più incerto il destino dell’edificio vero e proprio. La struttura, soprattutto la parte più antica, richiede infatti massicci e urgenti interventi di consolidamento statico e conservativo. Difficile pensare che un privato da solo possa fare fronte a queste spese. Più facile uno scenario in cui pubblico e privato collaborano per garantire la conservazione, ma anche l’apertura al pubblico del maniero.


Per sapere quale sarà il destino di Castel Madruzzo occorrerà probabilmente aspettare ancora alcuni mesi.  

8 aprile 2019 castel madruzzo , cavedine , castello , fattoria didattica

Commenta

Ti piace questo articolo?
Fallo sapere ai tuoi amici!